SciaccaNotizie

Distilleria Kronion, il gruppo Moncada: "Parere tecnico? Tutto conforme alle normative vigenti"

Sul tavolo, ancora una volta, l'iniziativa imprenditoriale che prevede la costruzione e nel successivo esercizio di un impianto a biogas per la produzione di biometano da fonti rinnovabili

Continua il botta e risposta tra il gruppo Moncada ed il Comune di Sciacca. Sul tavolo, ancora una volta, l'iniziativa imprenditoriale che prevede la costruzione e nel successivo esercizio di un impianto a biogas per la produzione di biometano da fonti rinnovabili. L'impianto, dunque, farebbe base a Sciacca  e precisamente in località piana Scunchipani, distilleria Kronion. 

Ecco le parole del gruppo Moncada

"Abbiamo richiesto la trasmissione del parere tecnico in qualità di parte interessata ma, tuttavia, il Comune di Sciacca che in merito alla questione sta agendo ripetutamente con azioni prive di trasparenza non ha mai dato seguito a tali richieste e pertanto, ogni considerazione di seguito esposta è basata su copie trasmesse da soggetti non qualificati o apprese a mezzo stampa, nonché dall’intervista pubblica della stessa Livreri". Queste le parole del gruppo Moncada. 

"Abbiamo - fanno sapere in una nota - l’onere sin da subito di precisare in questa sede che la Distilleria Kronion è un impianto autorizzato alle emissioni in atmosfera sin dal 1996, precisamente dal giorno 1996, data di rilascio dell’autorizzazione alle emissioni con decreto assessoriale dell’assessorato Territorio e Ambiente della Regione Sicilia con riguardo all’autorizzazione allo scarico delle acque depurate, sin 13 gennaio 1995 a seguito dell’ordinanza del sindaco del Comune di Sciacca.  Nonostante le false dichiarazioni espresse da Patrizia Livreri nel parere tecnico, il procedimento autorizzativo seguito risulta coerente, corretto e conforme alle previsioni normative vigenti. Infatti, trattando una quantità di sottoprodotti agricoli e vegetali e non utilizzando altre matrici al di fuori di quelle indicate e trattando nel biodigestore unicamente la borlanda di distillazione, non è necessaria l’autorizzazione Integrata Ambientale. 'L’autorizzazione integrata ambientale è necessaria per  le installazioni che svolgono attività di cui all’allegato VIII alla Parte Seconda'.  

"La distilleria Kronion - fa sapere il gruppo Moncada- invece produrrà 40 tonnellate al giorno di alcol e dunque ben al di sotto della soglia prevista dalla legge per la quale va richiesta l’autorizzazione Integrata Ambientale. Per non di meno, in occasione dell’emissione dei pareri endoprocedimentali in sede di rilascio dell’autorizzazione Unica Ambientale, l’Uta ha già verificato i limiti delle emissioni autorizzabili con Aua, indicando nel provvedimento i limiti prescritti alla distilleria Kronion. Tali dati in conclusione sono stati fatti propri nell’emissione dell’autorizzazione unica Ambientale sia dalla Provincia che dal Suap del Comune di Sciacca. Sulla base di tutto quanto esposto, si ritengono strumentali sia tutte le attività svolte da Comune di Sciacca per mano del sindaco Valenti, sia soprattutto quanto affermato nel parere tecnico dalla consulente di parte dello stesso Comune. Infatti, con riguardo al sindaco, pur avendo i poteri amministrativi per sospendere in via precauzionale i lavori di realizzazione del Biodigestore presso la distilleria Kronion, non li esercita in quanto ben consapevole che stiamo operando nel pieno rispetto della normativa vigente, conscia degli ingenti danni economici, suscettibili di risarcimento, che un provvedimento amministrativo immotivato cagionerebbe al Comune da lei amministrato. Infatti, sono già state commissionate opere e lavori per importo di 5.000.000,00 di euro ed il ritardo nell’entrata in produzione del Biodigestore comporterebbe altresì la perdita di incentivi per circa 80.000.000,00 di euro dei quali, ovviamente, si riterrà responsabile qualunque soggetto che con atti o azioni contra legem arrecherà un danno alla scrivente. Confidiamo che l’analisi degli aspetti autorizzativi indicati in precedenza. Ad ogni modo, comunichiamo la nostra disponibilità a fornire qualunque ulteriore chiarimento possa risultare necessario in questa fase ribadendo che, nostro malgrado, le affermazioni riportate nella presente sono dedotte da informazioni sul parere tecnico della professoressa Livreri riportare su siti web non ufficiali, in quanto l’amministrazione comunale ci ha inoltrato le Pec prive degli allegati a voi trasmessi. In conclusione, tuttavia, non ci si può che complimentare con la professoressa Livreri e soprattutto con la sua 'coerenza' professionale. Si preoccupa e ritiene grave il passaggio di 5 mezzi di trasporto al giorno in un luogo che conta già 3.538.679 tonnellate di merci trasportate solamente sulla statale 115 e 1.316.226 Ton/anno sulla statale 624 nei rispettivi tratti passanti per Sciacca, o di una caldaia che produce 10 Ton di vapore ma, in altri casi però, ha ritenuto innocua l’istallazione del Muos di Niscemi. Anche in tale circostanza, o nessuno ha compreso nulla e solamente lei è la depositaria della scienza oppure, come negli altri casi, è in malafede". 

Potrebbe interessarti

  • Il peperoncino: pro e contro

  • Metodi low cost e home made per pulire i tappeti

  • Come trasformare la propria abitazione in un B&B

  • Bidoni della spazzatura, i metodi per averli sempre puliti e igienizzati

I più letti della settimana

  • "Massacrata a pedate dallo zio", ragazza in gravi condizioni: arrestato 46enne

  • Scopre il tradimento del marito e per strada scoppia il parapiglia

  • "Un fucile a canne mozze in camera da letto", arrestato un insospettabile 25enne

  • "Mi ha tradito con Scamarcio", l'empedoclina Clizia: "E' una gogna mediatica"

  • Le dichiarazioni del pentito Quaranta: "Ecco il consiglio provinciale di Cosa Nostra"

  • Un milanese a Lampedusa, Fabio Gallarati: "Ho lasciato tutto ed ho scelto l'isola"

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento