SciaccaNotizie

Chiusura tribunale di Sciacca, Di Prima e Attardi non ci stanno

"Le migliaia di udienze, che ogni anno si effettuano in tali istituzioni e che prevedono la...

Calogero Attardi
La Fp Cgil polizia penitenziaria esprimono tramite comunicato tutta quanta la propria contrarietà riguardo la paventata chiusura del tribunale di Sciacca (Ag).

"L'idea di sopprimere il tribunale di Sciacca
- scrivono in una nota -  produrrebbe un aggravio di spese per l'Amministrazione penitenziaria e di lavoro per la polizia penitenziaria. Le migliaia di udienze, che ogni anno si effettuano in tali istituzioni e che prevedono la traduzione dei detenuti in attesa di giudizio dalle carceri ai tribunali e viceversa, sarebbero per forza di causa maggiore spostate in realtà ben più lontane rispetto a quelle attuali".

"Quello che ne consegue
- affermano gli esponenti di Fb Cgil -  è un esborso economico maggiore per la direzione del penitenziario  e un aggravio di lavoro per la polizia penitenziaria già di per sé gravata  più delle volte costretta a tradurre i ristretti sotto scorta, stante la cronica carenza di organico, e con mezzi fatiscenti e inaffidabili. Tra le altre cose va aggiunto - continuano nella nota - che il fatto di effettuare le traduzioni a poche decine di metri dalle strutture penitenziarie consente agli uomini del nucleo traduzioni di effettuare altri servizi nella stessa giornata quali ad esempio visite ospedaliere, etc. E’ anche per questi motivi che oggi partecipiamo alle manifestazioni indette dalla Cgil per evidenziare quanto sconveniente sarebbe portare avanti una politica così improduttiva dal punto di vista del risparmio e del servizio da rendere alla società. Hanno affermato nella nota Attardi e Di Prima rispettivamente appartenenti al Fp e Cgil polizia penitenziaria.

"La Fp Cgil polizia penitenziaria
- affermano i due - non può fare a meno di chiedere sull’attuale stato di avanzamento dei lavori e quale siano i tempi tecnici per la definizione dell’opera della nuova struttura penitenziaria di Sciacca, anche per informare il personale di quanto tempo ancora dovrà sopportare disagi e inconvenienti davvero molteplici. Non può assolutamente negarsi che l’interno è obsoleto e determina penalizzazioni enormi sia ai dipendenti sia ai ristretti. Hanno concluso nella nota Di Prima e Attardi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sbaglia auto e forza la portiera: scoppia il caos nel parcheggio del supermercato

  • Dopo 24 giorni la magia s'è dissolta: il nuovo caso di Covid-19 a Campobello fa salire a 126 i contagiati

  • Bastonata, ceffone e pedata in pieno centro: indagine verso la svolta

  • Incidente a Broni: scontro frontale fra due auto, muore 29enne di Ravanusa

  • "Calci, pugni e coltellate a due immigrati": uno ridotto in fin di vita, arrestati 4 ragazzini

  • S'è aperto il "fronte" tunisino: aumentano gli sbarchi e ci sono tanti "indesiderati"

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento