SciaccaNotizie

Tari 2019, niente sanzioni per gli avvisi di accertamento arrivi in ritardo

L'ente sta intervenendo per potenziare il servizio ed evitare nuovi disagi in futuro

(foto ARCHIVIO)

Potenziato il servizio di consegna delle bollette Tari 2019: saranno scongiurati i disagi per i cittadini. L’Amministrazione comunale ha convocato un incontro con l’impresa per verificare l’attività svolta e concordare alcune soluzioni per migliorare il servizio e risolvere così alcune criticità emerse in questi giorni. All’incontro hanno preso parte il sindaco Francesca Valenti, l’assessore Fabio Leonte, il dirigente del settore finanziario Filippo Carlino, il personale dell’ufficio tributi del Comune e un rappresentante della ditta "Gan Express".

“A partire da oggi – rendono noto – è stato aumentato a tre unità il personale addetto alla ricezione del pubblico nella sede della società, in Via Dei Tigli. A partire dal mese di settembre, inoltre, la sede della Gan Express, sarà aperta anche di pomeriggio e nella giornata di sabato mattina. La ditta si è infine impegnata a fare un ulteriore giro nei prossimi giorni per consegnare le bollette Tari 2019 nelle abitazioni di quei cittadini non trovati nel primo passaggio e a cui è stato lasciato un avviso di giacenza”.

L’Ufficio Tributi del Comune di Sciacca ribadisce che per le rate di luglio e di agosto non ci saranno sanzioni né interessi per i ritardi e che quanto dovuto dal contribuente potrà essere pagato entro 30 giorni dalla ricezione dell’avviso.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Statale 189, l'auto finisce fuori strada e si ribalta: muore un ventiquattrenne

  • Perde il controllo dell'auto mentre torna a casa: muore 23enne dopo un incidente

  • Si taglia una gamba e muore dissanguato: tragedia a Palma di Montechiaro

  • Tragedia a San Leone: muore un turista svizzero di 35 anni

  • Incidente alla rotatoria Giunone: è morto un trentacinquenne

  • L'incidente che ha ucciso Angelo, Racalmuto è sotto choc: annullati tutti gli eventi del week end

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento