SciaccaNotizie

Ragazze madri senza pannolini, medicine e culle: il Cav tende loro una mano d'aiuto

Istituito anche un contatto con le donne che si recano in ospedale per l’interruzione volontaria della gravidanza

Sono in particolare ragazze madri che stanno portando a termine la gravidanza o che hanno già partorito, ma che non riescono a provvedere ai bisogni dei loro piccoli. Non hanno medicine, pannolini e in qualche caso mancano pure le culle. Sono queste le donne assistite a Sciacca dal Centro aiuto alla vita e ieri, nella basilica della Madonna del Soccorso di Sciacca, in occasione dell’ottavario della patrona della città, si è pregato per loro. Una ventina sono le giovani assistite, nei loro bisogni, dal Cav di Sciacca.

Famiglie sempre più indebitate: mancano i soldi per bollette, medici e perfino per i funerali 

Fondamentale è l’attività svolta dal punto di ascolto presso l’ospedale, con gli operatori dell’Avulss, ma anche il centro per la raccolta di indumenti, vari generi che occorrono alle mamme e pure le culle. Il Cav ha istituito anche un contatto con le donne che si recano presso la struttura ospedaliera per l’interruzione volontaria della gravidanza. Il Cav assiste le donne fino a quando i loro piccoli compiono 18 mesi.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Moto ape contro camion sulla statale 115, muore ottantottenne

  • "Temevo di essere ucciso ma ho detto no al rientro in Cosa Nostra", Quaranta si racconta a Rebibbia

  • Matrimonio show per un'empedoclina: in chiesa sopra un carretto siciliano

  • "Occupazione abusiva di suolo pubblico", guai per una pizzeria della città

  • "Restituite stipendio e Tfr o vi licenzio", direttore supermercato condannato a 5 anni

  • "Tangenti per chiudere un occhio sulla contabilità", fra gli arrestati c'è un imprenditore favarese

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento