SciaccaNotizie

"Vendita di prodotti non a norma", decisa assoluzione per commerciante

La vicenda risale al 2014, i prodotti in barattolo sarebbero stati destinati all'estero

Assolto l'imprenditore saccense Paolo Licata, di 50 anni, di Sciacca, che era accusato di avere posto in commercio alcune confezioni di prodotti, cipolle in agrodolce contenute in vasetti di vetro, per le quali, secondo l'accusa, non si sarebbero rispettate le norme previste. Questi prodotti sarebbero stati destinati all'estero. Lo scrive oggi il Giornale di Sicilia.

La vicenda per la quale si è celebrato il processo, dinanzi al giudice monocratico del Tribunale di Sciacca, Paolo Gabriele Bono, è relativa al 2014.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nave "madre" abbandona barca a pochi metri dall'arenile: è maxi sbarco a Palma

  • Paga una piega ai capelli 150 euro, la parrucchiera: "Non ha voluto resto, mi sono commossa"

  • "Feroce" rissa davanti ad un ufficio postale, la Mobile evita il peggio: tre denunciati

  • Muore al "San Giovanni di Dio", espianto degli organi su una 29enne

  • Amazon a braccia aperte, l'agrigentina Valeria Castronovo: "Ho cambiato vita a 32 anni"

  • Grigliata notturna fra amici e assembramenti: 10 sanzioni

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento