SciaccaNotizie

"Vendita di prodotti non a norma", decisa assoluzione per commerciante

La vicenda risale al 2014, i prodotti in barattolo sarebbero stati destinati all'estero

Assolto l'imprenditore saccense Paolo Licata, di 50 anni, di Sciacca, che era accusato di avere posto in commercio alcune confezioni di prodotti, cipolle in agrodolce contenute in vasetti di vetro, per le quali, secondo l'accusa, non si sarebbero rispettate le norme previste. Questi prodotti sarebbero stati destinati all'estero. Lo scrive oggi il Giornale di Sicilia.

La vicenda per la quale si è celebrato il processo, dinanzi al giudice monocratico del Tribunale di Sciacca, Paolo Gabriele Bono, è relativa al 2014.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il "giallo" di Canicattì: sentiti familiari e amici del 28enne morto, ritrovato il furgone

  • Scompare un pastore, scattano perlustrazioni e ricerche: ritrovato morto il 61enne

  • Traffico di cocaina dalla Calabria all'Agrigentino: tredici condanne

  • "Aggredita e derubata da tre minori", 50enne lotta tra la vita e la morte

  • L'asfalto cede ed il camion sprofonda, paura al Villaggio Mosè: intervengono i vigili del fuoco

  • Non c'è pace per i contribuenti morosi: in arrivo altri 24 mila avvisi di pagamento

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento