SciaccaNotizie

Turismo, il sindaco: "Imposta di soggiorno sarà utilizzata per migliorare accoglienza e servizi"

Il Comune va anche verso una rimodulazione delle tariffe che non sono adeguate al mercato

Una panoramica di Sciacca

“Il turismo deve essere fonte primaria di sviluppo e lavoro”. È quanto dichiarano il sindaco Francesca Valenti e il vicesindaco e assessore al Turismo Filippo Bellanca dopo l’incontro con gli albergatori della città. Un’occasione in cui l’amministrazione comunale ha anche illustrato le linee del proprio programma in questo nevralgico settore.

“Siamo quasi del tutto soddisfatti dell'incontro  - dichiarano il sindaco Valenti e il vicesindaco Bellanca –. La presenza non è stata massiccia e ce lo aspettavamo. Bisogna recuperare il rapporto con questo settore dell'imprenditoria cittadina. Capiamo che molti non sono venuti perché convinti che si trattasse dell'ennesima riunione con tanti buoni propositi ma senza successivi atti concreti. Noi riteniamo, però, che quello di ieri sia stato il primo confronto di un lungo percorso fatto di dialogo e collaborazione. Abbiamo detto a chiare lettere che la nostra amministrazione in fatto di turismo vuole imporre una vera sterzata, valorizzare le grandi risorse disponibili in città e le grandi potenzialità di cui il territorio dispone. Convinti che il turismo, come accade in altri luoghi della Sicilia, debba essere fonte primaria di sviluppo e lavoro, abbiamo cominciato a dire agli imprenditori del settore che finalmente i proventi dell'imposta di soggiorno saranno utilizzati per migliorare accoglienza e servizi da destinare ai turisti, così come prevede nei suoi punti principali l'apposito regolamento a suo tempo istituito dal Consiglio comunale. Abbellire la città, migliorare i percorsi di accesso alle strutture turistiche, stampare materiale promo pubblicitario, migliorare l'utilizzo del web per promuovere la città e i posti letto, incentivare l'apertura di altre strutture ricettive, attività di marketing, migliorare i collegamenti viari, etc... C'è tanto da fare e c'è un vero cambiamento in atto”.

“Crediamo che gli albergatori presenti all'incontro – proseguono il sindaco Valenti e il vicesindaco Bellanca – abbiano capito la nostra volontà di imprimere una forte accelerazione per fare della città di Sciacca un vero luogo di attrazione turistica, un posto che non sia solo ‘mare bello’, ma anche sito in possesso dei requisiti e dei servizi che consentano poi ai visitatori di tornare. Insieme al nostro progetto abbiamo anche discusso della possibilità di aumentare gli importi dell'imposta di soggiorno. Una rimodulazione delle tariffe è necessaria perché in parte  non è adeguata al mercato di oggi. La disponibilità degli albergatori presenti c'è stata e per noi, questo, è il risultato della collaborazione che stiamo cercando. Tutto questo sempre con l'obiettivo primario di aumentare i fondi da destinare al miglioramento dei servizi. Per quanto ci riguarda, il cambiamento è iniziato. Speriamo nella collaborazione di tutti affinché la nostra città avvii finalmente un percorso di crescita improntato sul turismo, costruendolo con dialogo e programmazione, senza più estemporaneità”. 

Potrebbe interessarti

  • Il peperoncino: pro e contro

  • Metodi low cost e home made per pulire i tappeti

  • Come trasformare la propria abitazione in un B&B

  • Bidoni della spazzatura, i metodi per averli sempre puliti e igienizzati

I più letti della settimana

  • "Massacrata a pedate dallo zio", ragazza in gravi condizioni: arrestato 46enne

  • Scopre il tradimento del marito e per strada scoppia il parapiglia

  • "Un fucile a canne mozze in camera da letto", arrestato un insospettabile 25enne

  • Le dichiarazioni del pentito Quaranta: "Ecco il consiglio provinciale di Cosa Nostra"

  • Un milanese a Lampedusa, Fabio Gallarati: "Ho lasciato tutto ed ho scelto l'isola"

  • "Vertici e affiliati di Cosa Nostra", 9 ordinanze di custodia cautelare: ai domiciliari l'ex consigliere comunale

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento