SciaccaNotizie

Distilleria di Sciacca, Legambiente: "Vogliamo intervenire alla riunione congiunta all'Ars"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AgrigentoNotizie

Distilleria – biodigestore di Sciacca. Legambiente Sicilia chiede di partecipare ed intervenire alla riunione congiunta delle Commissioni Attività produttive, Ambiente Territorio e Mobilità e Salute, Servizi sociali e Sanitari dell’Ars, convocata il prossimo 18 luglio.

Legambiente Sicilia chiede di potere partecipare alla riunione congiunta delle Commissioni Attività produttive, Ambiente Territorio e Mobilità e Salute, Servizi sociali e Sanitari dell’Ars, che il prossimo 18 luglio, prenderanno in esame e valuteranno le presunte “conseguenze pericolose” in termini di inquinamento scaturenti della distilleria – biodigestore che la società My Ethanol intende realizzare a Sciacca, nell’ex stabilimento enologico Kronion.

Legambiente Sicilia ritiene che l’impianto non vada pregiudizialmente osteggiato, bensì incoraggiato considerato che è volto a produrre energia pulita e che valorizzerebbe risorse già presenti  sul territorio, incrociando le esigenze di imprese agricole, famiglie, attività produttive e commerciali.

Inoltre, la distilleria, a seguito dei processi produttivi autorizzati,  sarà in grado di ricavare concime agricolo e biogas che sarà reimmesso in rete per la distribuzione, chiudendo, così, un ciclo produttivo virtuoso quale quello della produzione di energia pulita proveniente dalla lavorazione di prodotti agricoli.

Inoltre, l’impianto non costituisce una minaccia per la salute dei residenti in quanto il processo di biodigestione avverrà in fase anaerobica, senza, quindi, esalazioni maleodoranti nell’ambiente circostante.

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento