SciaccaNotizie

Contratto a tempo indeterminato per un medico, l'Oncologia è salva

Il reparto dell'ospedale "Giovanni Paolo II" continuerà a garantire i servizi fino ad ora assicurati: oltre mille accessi all’anno con almeno 15 chemioterapie e 10 visite ambulatoriali al giorno e circa 300 day service

L'ospedale "Giovanni Paolo II" di Sciacca

Il reparto di Oncologia dell'ospedale "Giovanni Paolo II" di Sciacca continuerà a garantire i servizi fino ad ora assicurati: oltre mille accessi all’anno con almeno 15 chemioterapie e 10 visite ambulatoriali al giorno e circa 300 day service all’anno. L'oncologo Domenico Santangelo - che stava per trasferirsi a Caltagirone per un’assunzione a tempo indeterminato - resterà a Sciacca. Lo riporta oggi il Giornale di Sicilia. Per lui è arrivata l'immissione in servizio con contratto di lavoro a tempo indeterminato da giovedì scorso.

Il fatto che l'oncologo Santangelo resti a Sciacca fa sì che al reparto vi siano due medici e si possano dunque mantenere tutti i servizi. “Tutto viene confermato – dichiara, al Giornale di Sicilia, Domenico Santangelo – e il nostro lavoro procederà regolarmente per i pazienti che si rivolgono alla nostra struttura ospedaliera”. L’altro oncologo in servizio a Sciacca, ma con contratto a tempo determinato, è Gabriella Bini. Manca ancora un’unità, ma il servizio continua. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Emergenza Coronavirus, scatta la quarantena per tre persone

  • La Questura ferma il Carnevale di Sciacca, la kermesse è stata definitivamente annullata

  • "C'è un sospetto caso di Coronavirus al pronto soccorso", l'allarme viaggia su Whatsapp: è una fake news

  • L'incidente mortale a San Leone, arrestato il 49enne che era alla guida dell'auto

  • A Milano con la paura addosso, Daniele: "Coronavirus? Ho un consiglio per i miei concittadini"

  • Su e giù dai carri e continue risse, il questore "ferma" il Carnevale di Palma

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento