SciaccaNotizie

Una telecamera nascosta per "stanare" chi abbandona i rifiuti

Sarà piazzata su un’auto della polizia municipale e consentirà anche di sanzionare chi accumula l'immmondizia sui balconi

FOTO ARCHIVIO

È arrivata la telecamera che tra pochi giorni sarà piazzata su un’auto della polizia municipale di Sciacca per verificare e consentire di sanzionare l’abbandono di rifiuti e la collocazione di sacchetti pieni di spazzatura ai balconi delle case.

La telecamera è già stata consegnata ai vigili e tra pochi giorni è attesa anche un’ordinanza del sindaco, Francesca Valenti, che dispone ulteriori misure che prevedono «il divieto di collocare, in forma stabile, mediante corda, sacchetti dei contenitori dei rifiuti dai prospetti dei fabbricati (balconi o terrazze) ad altezza d’uomo, lasciando penzolare anche i ganci vuoti, cosa vietata per legge».

Il provvedimento del sindaco dispone una serie di misure «a salvaguardia del decoro, della salute e della pulizia urbana per le utenze domestiche» e per i trasgressori multe fino a 500 euro. 

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Armato di pistola rapina un supermercato: è "caccia" al criminale solitario

  • Cronaca

    Scoppia la fogna a San Leone, Mareamico: "E' un disastro ambientale"

  • Cronaca

    Caso Arnone, il tribunale di Sorveglianza ha deciso: in carcere solo la sera

  • Cronaca

    Chiuso il viadotto Akragas, si attende l'esito di alcuni controlli sul primo tratto

I più letti della settimana

  • “Compà, hai fumo? Un pezzo quanto costa?”: giovane chiede droga a un carabiniere

  • Era tornato a fare il bancomat: ritrovato il quindicenne scomparso

  • "Carni e pesce in cattivo stato", sequestrato un quintale di merce: denunciato ristoratore

  • "Cardiologo chiamato per un'urgenza investe e uccide pedone", farmacologo lo scagiona

  • Quindicenne scompare nel nulla, avviate le ricerche su tutta la penisola

  • Traffico di cocaina dal Belgio, spunta l'ex capomafia Giuseppe Quaranta

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento