SciaccaNotizie

Una telecamera nascosta per "stanare" chi abbandona i rifiuti

Sarà piazzata su un’auto della polizia municipale e consentirà anche di sanzionare chi accumula l'immmondizia sui balconi

FOTO ARCHIVIO

È arrivata la telecamera che tra pochi giorni sarà piazzata su un’auto della polizia municipale di Sciacca per verificare e consentire di sanzionare l’abbandono di rifiuti e la collocazione di sacchetti pieni di spazzatura ai balconi delle case.

La telecamera è già stata consegnata ai vigili e tra pochi giorni è attesa anche un’ordinanza del sindaco, Francesca Valenti, che dispone ulteriori misure che prevedono «il divieto di collocare, in forma stabile, mediante corda, sacchetti dei contenitori dei rifiuti dai prospetti dei fabbricati (balconi o terrazze) ad altezza d’uomo, lasciando penzolare anche i ganci vuoti, cosa vietata per legge».

Il provvedimento del sindaco dispone una serie di misure «a salvaguardia del decoro, della salute e della pulizia urbana per le utenze domestiche» e per i trasgressori multe fino a 500 euro. 

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Incendiato il Postamat, impossibile ipotizzare un tentato furto: è mistero

  • Licata

    Bivaccano e spaventano con 7 cani i clienti dell'ufficio postale, arrestati

  • Cronaca

    Ladro acrobata sale sulla grondaia e ruba cinque cardellini

  • Cronaca

    L'intimidazione al sindaco Lillo Zicari, non s'è parlato di "tutela" in Prefettura

I più letti della settimana

  • L'incubo statale Agrigento-Palermo: ecco dove resta chiusa e tutte le deviazioni

  • Scommesse on line con la regia della mafia, coinvolti quattro agrigentini

  • Due colpi di fucile contro il portone e uno contro la camera da letto: 40enne nel mirino

  • "Fiumi" di cocaina e hashish lungo le vie della movida: nei guai una decina di giovani

  • "Arnone non è stato ascoltato", Sgarbi scrive a Mattarella

  • Scoperta una piantagione di marijuana "fai da te": arrestata un'intera famiglia

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento