SciaccaNotizie

"Tentò rapina ad un panificio", venticinquenne resta ai domiciliari

Il giudice del tribunale di Sciacca Rosario Di Gioia ha rigettato la richiesta avanzata dall’avvocato Nancy Catania, difensore dell'imputato

Resta ai domiciliari Francesco Paolo Rizzo, di 25 anni, il saccense accusato di avere prelevato una pistola a gas in un’armeria di Sciacca, il 16 aprile scorso, e poi di avere tentato una rapina al panificio “San Giuseppe” di corso Miraglia, a qualche decina di metri dalla sede della compagnia dei carabinieri. Il giudice del tribunale di Sciacca Rosario Di Gioia ha - secondo quanto riporta oggi il Giornale di Sicilia - rigettato la richiesta avanzata dall’avvocato Nancy Catania, difensore di Rizzo, di revoca della misura cautelare.

Giudizio immediato per il venticinquenne 

L’avvocato Catania ha impugnato il provvedimento dinanzi al tribunale della Libertà con udienza fissata per il 24 ottobre. Il processo a Rizzo è già iniziato, sempre davanti al giudice Di Gioia, e il giovane è stato ammesso all’abbreviato condizionato alla nomina, già effettuata, di un perito che dovrà pronunciarsi sulla capacità di intendere e di volere del venticinquenne al momento del fatto. La richiesta è stata avanzata dal suo difensore. Prossima udienza il 22 novembre. Rizzo è stato bloccato poco dopo la tentata rapina dai carabinieri a qualche centinaio di metri di distanza da corso Miraglia. Il giovane prima è finito in carcere e poi, dopo la convalida, ai domiciliari.  

Tenta rapina in un panificio, arrestato 25enne e recuperata una pistola a gas 

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Incendiato il Postamat, impossibile ipotizzare un tentato furto: è mistero

  • Licata

    Bivaccano e spaventano con 7 cani i clienti dell'ufficio postale, arrestati

  • Cronaca

    Ladro acrobata sale sulla grondaia e ruba cinque cardellini

  • Cronaca

    L'intimidazione al sindaco Lillo Zicari, non s'è parlato di "tutela" in Prefettura

I più letti della settimana

  • L'incubo statale Agrigento-Palermo: ecco dove resta chiusa e tutte le deviazioni

  • Scommesse on line con la regia della mafia, coinvolti quattro agrigentini

  • Due colpi di fucile contro il portone e uno contro la camera da letto: 40enne nel mirino

  • "Fiumi" di cocaina e hashish lungo le vie della movida: nei guai una decina di giovani

  • "Arnone non è stato ascoltato", Sgarbi scrive a Mattarella

  • Scoperta una piantagione di marijuana "fai da te": arrestata un'intera famiglia

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento