SciaccaNotizie

Aumento della tassa di soggiorno, i nuovi costi: ecco cosa cambierà

Nel dettaglio: da  3 euro e 50 centesimi per gli alberghi a 5 stelle  e oltre, si potrebbe passare a 5 euro. Da un euro e 50 centesimi per i 4 stelle si potrebbe passare a 2 euro e 50.

foto archivio

Tassa di soggiorno, a Sciacca si cambiano le cifre. Secondo quanto riferisce l’edizione odierna del Giornale di Sicilia,  saranno “ritoccate” le tariffe dell’imposta di soggiorno. Nel dettaglio: da  3 euro e 50 centesimi per gli alberghi a 5 stelle  e oltre, si potrebbe passare a 5 euro. Da un euro e 50 centesimi per i 4 stelle si potrebbe passare a 2 euro e 50. Infine, da un euro per i 3 stelle e 50 centesimi per i bed and breakfast  e per le altre tipologie si andrebbe a 2 euro per il primo gruppo e ad un euro per il secondo. 

Nulla è stato decisivo, ma l’incontro tra i vertici comunali  ed i rappresentati del turismo ha avuto un riscontro positivo. “Siamo quasi del tutto soddisfatti dell'incontro  - dichiarano il sindaco Valenti e il vicesindaco Bellanca – anche se la presenza non è stata massiccia e ce lo aspettavamo. Bisogna recuperare il rapporto con questo settore dell'imprenditoria cittadina. Capiamo che molti non sono venuti perché convinti che si trattasse dell'ennesima riunione con tanti buoni propositi, ma senza successivi atti concreti. Noi riteniamo, però, che sia stato il primo confronto di un lungo percorso fatto di dialogo e collaborazione".

"Abbiamo detto a chiare lettere - proseguono - che la nostra amministrazione in fatto di turismo vuole imporre una vera sterzata, valorizzare le grandi risorse disponibili in città e le grandi potenzialità di cui il territorio dispone. Convinti che il turismo, come accade in altri luoghi della Sicilia, debba essere fonte primaria di sviluppo e lavoro, abbiamo cominciato a dire agli imprenditori del settore che finalmente i proventi dell'imposta di soggiorno saranno utilizzati per migliorare accoglienza e servizi da destinare ai turisti, così come prevede nei suoi punti principali l'apposito regolamento a suo tempo istituito dal consiglio comunale”. Il tutto servirà a dare nuovi servizi alla città.

“Abbellire la città, migliorare i percorsi di accesso alle strutture turistiche, stampare materiale promo pubblicitario, migliorare l'utilizzo del web per promuovere la città e i posti letto, incentivare l'apertura di altre strutture ricettive, attività di marketing, migliorare i collegamenti viari. C'è tanto da fare e c'è un vero cambiamento in atto". 

Potrebbe interessarti

  • Come trasformare la propria abitazione in un B&B

  • Metodi low cost e home made per pulire i tappeti

  • Bidoni della spazzatura, i metodi per averli sempre puliti e igienizzati

  • La ricetta dei panini di San Calò

I più letti della settimana

  • Andrea Camilleri è morto, si spegne l'ultimo grande della letteratura: lutto cittadino nel giorno dei funerali

  • "Mi ha tradito con Scamarcio", l'empedoclina Clizia: "E' una gogna mediatica"

  • Un milanese a Lampedusa, Fabio Gallarati: "Ho lasciato tutto ed ho scelto l'isola"

  • "Una collega mi disse che ero stata puntata, così iniziò il mio incubo": donna accusa direttore di stalking

  • Forza posto di blocco, auto inseguita e fermata: è mistero sui motivi della fuga

  • I documenti obbligatori da tenere in auto

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento