SciaccaNotizie

Terme, "#Ora basta!": venerdì protesta al palazzo della Regione

Alcuni cittadini pronti ad incatenarsi finché non saranno fornite risposte sul futuro degli stabilimenti, da anni abbandonati

Le terme di Sciacca

Terme, futuro sempre più incerto: alcuni cittadini scendono in piazza. Un gruppo di saccensi si ritroveranno a Palermo, venerdì  alle ore 10.30, davanti al palazzo della Regione Siciliana, dove si incateneranno per mostrare, "in modo eclatante ma pacifico, la stanchezza della comunità saccense privata, ormai da anni, delle sue Terme, la risorsa economica e turistica più importante della città, la cui inattività è causa evidente di crisi economica ed occupazionale oltre che di una mancata opportunità di sviluppo per tutto l’hinterland". L'evento è stato posticipato di 24 ore, su richiesta della Questura di Palermo, in considerazione della concomitanza con le iniziative del 23 maggio a ricordo di Giovanni Falcone. 

Ad organizzare la manifestazione sono i soci dell’associazione “#Ora basta!” di Sciacca, i quali hanno intenzione di rimanere incatenati "finché non verrà spiegato per quali motivi (“reali”!) non si riesce a sbloccare l’iter che porta alla predisposizione di un bando per la ricerca di un acquirente, permanendo ormai da anni in un immobilismo devastante e senza precedenti".

L'associazione, che si dichiara "apolitica", è presieduta da Ignazio Messina, già sindaco di Sciacca, e composta da un gruppo di tecnici e professionisti che hanno fin da subito messo a disposizione dell’amministrazione comunale saccense e di quella regionale le loro competenze ai fini dell’attuazione di un programma che porti in breve tempo alla riapertura delle Terme di Sciacca.

Potrebbe interessarti

  • Formiche in casa: rimedi naturali per eliminarle

  • Il bicarbonato di sodio e i suoi utilizzi in casa

  • Difese immunitarie: come migliorarle con rimedi naturali

  • Come proteggere le nostre case dalle zanzare con rimedi naturali

I più letti della settimana

  • Colto da un malore mentre si fa il bagno, tragedia a Porto Empedocle: muore un uomo

  • Blitz "Assedio", le intercettazioni: "Io ci sono nato mafioso … mi devo vergognare che sono mafioso?"

  • Il pm la scagiona, lei muore poco dopo: la città piange Maria Garufo

  • Ricconi alla Scala dei Turchi, super yacht con scivolo gonfiabile

  • Auto travolge un ciclista, 51enne muore dopo l'incidente sulla statale Licata-Ravanusa

  • Si sfonda il tetto e il muratore precipita, grave trauma cranico: la prognosi sulla vita è riservata

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento