SciaccaNotizie

"Immobilismo e orari improponibili negli uffici comunali", Cimino chiede tavolo tecnico

Nei mesi scorsi era stato promosso un incontro sul tema

Il presidente Cimino

Gli uffici comunali di Sciacca sono al collasso, duro intervento del presidente dell'Ordine degli Architetti Alfonso Cimino.

"Il 17 gennaio dello scorso anno, nella sede di via Gaglio dell’Ordine - spiega una nota - si è svolta una riunione, alla quale hanno partecipato anche gli altri Ordini professionali, per avviare una collaborazione sui temi dell’Urbanistica, dei Lavori pubblici e, soprattutto, per il rilancio del territorio saccense a seguito della quale sarebbe dovuto essere istituito il tavolo tecnico composto da professionisti e tecnici comunali per supportare l’Amministrazione comunale nelle scelte urbanistiche del territorio saccense e dirimere tematiche inerenti agli uffici comunali". Un tavolo tecnico "non istituito e mai convocato", dicono ancora gli architetti, tant’è che il 23 marzo 2018 Alfonso Cimino ha inviato all’amministrazione comunale i nominativi dei componenti dei vari Ordini e Collegi proprio per istituire il tavolo tecnico.

“Ad oggi - afferma Alfonso Cimino - tale organismo non ha assunto il ruolo sperato e si registra una situazione di grande immobilismo negli uffici comunali con orari di ricevimento improponibili. immobilismo dettato tanto dalla carenza di personale, quanto da una mancata concertazione delle parti nella risoluzione dei problemi di noi liberi professionisti. Occorre comprendere con urgenza che è necessario, senza alcun’altra perdita di tempo, rilanciare il settore dell’edilizia, rigenerare il centro storico, la fascia costiera e avere uffici snelli a servizio dei liberi professionisti, quest’ultimi unici deputati a rilanciare l’economia cittadina. Siamo in attesa – conclude Cimino - che sia convocato il tavolo tecnico già istituito”.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Moto ape contro camion sulla statale 115, muore ottantottenne

  • "Temevo di essere ucciso ma ho detto no al rientro in Cosa Nostra", Quaranta si racconta a Rebibbia

  • Matrimonio show per un'empedoclina: in chiesa sopra un carretto siciliano

  • "Occupazione abusiva di suolo pubblico", guai per una pizzeria della città

  • "Restituite stipendio e Tfr o vi licenzio", direttore supermercato condannato a 5 anni

  • "Tangenti per chiudere un occhio sulla contabilità", fra gli arrestati c'è un imprenditore favarese

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento